top of page

A partire dal mese di marzo 2023 proponiamo un percorso di formazione alla relazione con i bebè (da 0 a tre anni).

Questo percorso è indirizzato a tutti coloro che nella veste di curanti, o di educatori, sentono l’esigenza di approfondire la propria conoscenza teorica e pratica dei fenomeni che sono implicati nel rapporto adulto-bambino nella primissima infanzia.

L’importanza del periodo dei primissimi anni di vita è diventata sempre più evidente e pressante. Si è ampiamente costato che le intenzioni e le aspettative che regolano gli affetti e i comportamenti di relazione, pur non essendo concepibili in modo deterministico, influenzano profondamente il percorso evolutivo successivo. Se improntate su caratteristiche che sono state descritte come “quasi perfette” (Bettelheim) o  “sufficientemente buone” (Winnicott) saranno in grado di facilitare nel bambino una crescita affettiva equilibrata, la disponibilità di una emozionalità profonda, la capacità di intessere buone relazioni costruttive,  un risveglio cognitivo adeguato.

La consapevolezza che già dalla nascita anche il bambino è un soggetto attivo nell’orientare le relazioni che intercorrono tra lui ed il mondo che lo circonda rende necessaria una attitudine ad accogliere questa complessità. Ne risulta che nella relazione entrambi, adulto e bambino, si scambiano desideri, intenzioni, bisogni, preoccupazioni, affetti, emozioni. La crescita e la sua bontà emergerà da questo dialogo. Il bambino crescerà come bambino, l’adulto come adulto nel ruolo che occupa nei suoi confronti (genitore, curante, educatore)

 

Il progetto formativo (Marzo 2023 -  Marzo 2024) sarà strutturato in tre aree.

Area di formazione teorica:  attraverso conferenze, seminari, dibattiti saranno esposte le conoscenze necessarie per

orientarsi adeguatamente nel complesso mondo  della primissima infanzia nel suo sviluppo equilibrato e problematico.

 

Area di formazione personale: saranno proposte esperienze individuali e di gruppo per riportare alla consapevolezza e migliorare il proprio stile di comunicazione non verbale e di dialogo tonico, due strumenti essenziali per la comunicazione con i bebè.

 

Area di formazione pratica:  gli allievi avranno la possibilità, da subito, di partecipare attivamente ai  gruppi Mamma-Bambino affiancati ai formatori del corso. Potranno in questo modo sperimentare sul campo le forme di interazione con i bimbi e i loro genitori.

Accanto all’esperienza diretta, verranno proposte materiali video che daranno l’opportunità di discutere, in modo più analitico, sulle interazioni che si osservano e sui loro contenuti.

bottom of page